30/6/22 Viviana Fiorentino e Antje Stehn

 

Evento Poetico-musicale

Giovedi, 30.6.2022 ore 18.30

Casa delle Donne di Milano, Via Marsala 8, Milano

 

Doppia presentazione libri

Trasferimenti di Viviana Fiorentino presentata da Valentina di Cesare

GROTESK! di Antje Stehn presentata da  Marina Di Leo

Due donne, due poetesse lasciano la loro terra di origine per trasferirsi in direzioni opposte. Antje Stehn è arrivata dalla Germania del Nord in Italia e Viviana Fiorentino è migrata dall’Italia verso l’Irlanda. Le loro poesie ci danno una visione molto particolare della loro terra d’approdo e della loro esistenza ibrida, tra culture e lingue diverse.

GROTESK di Antje Stehn e Trasferimenti di Viviana Fiorentino sono due raccolte che ci raccontano i mutamenti e le trasformazioni a cui ogni esistenza, stanziale o in movimento, è sottoposta.

Le letture saranno intervallate da musica suonate dai musicisti del gruppo Principio Attivo e la cantante afroamericana  Betty Gilmore.

A seguire, open-mic dedicato a poete italiane di origini diverse organizzato da PoetryismyPassion.

 

L’evento è promosso da  La Casa delle Artiste

Ulteriore info 0039 3284016107

 

Antje Stehn nasce in Germania, poeta, artista visiva, curatrice di mostre, membro del PEN Tedesco Zentrum für deutschsprachiger Autoren im Ausland. Ideatrice del progetto artistico, poetico internazionale “Rucksack a Global Poetry Patchwork“. Fa parte del collettivo poetico internazionale PoetryismyPassion e del direttivo del Piccolo Museo della Poesia, San Cristoforo di Piacenza, è co-editrice  del librorivista TamTamBumBum,  del blog di poesia sudamericano los Ablucionistas e di Teerandaz del Bangladesh. Le sue poesie sono state tradotte in dieci lingue diverse.

 

 

Viviana Fiorentino nasce a Palermo e vive in Irlanda, paese in cui insegna e facilita workshops di poesia per minoranze culturali. È autrice di due raccolte di poesie in italiano, Trasferimenti (Zona Contemporanea), In giardino (Controluna Edizioni), e di un romanzo, Tra mostri ci si ama (Transeuropa Edizioni). Sue poesie in inglese sono apparse in antologia (Dedalus Press, Salmon Poetry, Arlen House) e in italiano e in inglese in riviste letterarie internazionali (come Italian Poetry Review, The Stinging Fly, Honest Ulsterman, The Trumpet). Suoi racconti, interviste e traduzioni compaiono su blog (come Nazione Indiana, La Balena Bianca) e riviste letterarie (come Trasparenze, San Marco dei Giustiniani). Viviana è nel direttivo dell’Irish PEN e co-fondatrice dell’iniziativa di attivismo poetico Letters With Wings. Ha co-fondato il blog Le Ortique che mira a riscoprire le artiste dimenticate.

 

sadri

14/4/22 Nel magma della poesia: Agnese Coppola e Giuseppe Vetromile

 

14 aprile 2022 – ore 18.30

Casa Comune – Sala Aletti – via Ettore Ponti 21 – Milano (Villaggio Barona)

NEL MAGMA DELLA POESIA

incontro con i poeti campani

AGNESE COPPOLA e GIUSEPPE VETROMILE

in dialogo con gli autori: Diana Battaggia e Mauro Ferrari, attraverso le raccolte

La sete della sera (La Vita Felice) [Coppola – vedi scheda volume]

Esercizio all’esistenza (Puntoacapo) [Vetromile – vedi scheda volume]

 

Ingresso libero sino a esaurimento posti

sadri

3/4/22 Presentazione della rivista TAM TAM BUM BUM

 

3 aprile 2022 – ore 17.00

Casa delle Donne di Milano – via Marsala 8

TAM TAM BUM BUM Librorivista Internazionale di Poesia – Febbraio 2022 è online. Domenica 3 aprile, ore 17.00, presentazione presso Casa Delle Donne di Milano in Via Marsala 8/10 a Milano, in collaborazione con La Casa delle Artiste. Questa edizione è stata realizzata con il contributo del caro amico Enrico Ratti, membro del collettivo editoriale, ed è presente con la sua rubrica.
TAM TAM BUM BUM Librorivista è online a questo indirizzo: https://www.amazon.it/dp/B09TN1J94Q?_encoding=UTF8
Ingresso libero fino a esaurimento posti e in ottemperanza alle norme anti Covid19 vigenti

 

sadri

22/3/22 Alda Merini, mia madre – Incontro ONLINE

22/3/22 h. 17.30 Alda Merini, mia madre – Incontro ONLINE

Un incontro on line per parlare del libro Alda Merini, mia madre di Emanuela Carniti.

Martedì 22 marzo 2022 alle ore 17,30 durante un incontro on line si parlerà del libro Alda Merini,
mia madre di Emanuela Carniti, dialogano con l’autrice: Luisella Veroli – Associazione culturale
Melusine, Vincenza Pezzuto – Casa delle Artiste, Rita Bonfiglio – Bibliomediateca Casa delle Donne

In dialogo con Emanuela Carniti, esploriamo con lei nel suo libro Alda Merini, mia madre e nella
sua testimonianza di vita come figlia e scrittrice, una figura di Alda Merini poeta intensamente
vitale, che attraverso la poesia ‘si mette al mondo’, con tutta la sua esperienza quotidiana di prove
forti, dolorose o felici, in una continua libertà creativa e umana, in cui la poesia è potenza unitaria.
E insieme molteplice e vasta, punto d’incontro fra soggettività profonda e realtà esterna,
conoscenza nuova insieme interiore ed esteriore, metamorfosi del reale, in questo facendosi cura
di sé e del mondo. Nel modo particolare di Alda, che ugualmente si propone ai letterati e alla gente
di quartiere, lei marginale ed elitaria, nella sua conoscenza e coscienza di sé, al di là dei
condizionamenti sociali.

Edito da Melusine nel ’94 esce Reato di vita, autobiografia e poesia di Alda Merini, a cura di
Luisella Veroli, che con Alda scriverà poi Alda Merini. Ridevamo come matte, pubblicato, nel 2011,
in cui vita, poesia e letteratura si fondono, attraverso la relazione e il lavoro complice di due donne.
Un narrare si mostra, come disvelamento e insieme iniziazione di sé, dove donne poete, madri,
biografe, figlie, scrittici, si raccontano, si mescolano, vivono la poesia, in una particolare verità di
parola-corpo-pensiero.

Per partecipare via Zoom registrarsi e richiedere il link a https://www.casadonnemilano.it/prenotazioni-webinar/#Alda
Per info: bibliomediateca@casadonnemilano.it

 

 

sadri

8/3/22 Milano – Le donne per le donne afghane

In occasione della Giornata internazionale  dei diritti delle donne

8 marzo 2022 – ore 18.30

Casa Comune – Sala Aletti – via E. Ponti, 21 – Milano

LE DONNE PER LE DONNE AFGHANE

Reading poetico con incursioni musicali di percussioni di Catlike Dance Studio.

Presentazione del libro di SARA MONTINARO “Daeş – viaggio nella banalità del male” (Meltemi editore).

Prenotazioni a info@lacasadelleartiste.it

Ingresso gratuito con Super Green pass e mascherina FFP2.

***

Dopo vent’anni di occupazione, le forze statunitensi hanno lasciato l’Afghanistan nell’agosto 2021, a seguito di accordi presi l’anno precedente con i talebani, dei quali non si conoscono i termini precisi. L’Afghanistan ha territori di interesse russo per il passaggio di oleodotti e gasdotti, controllati dai talebani, ha territori di interesse cinese ricchi di giacimenti di terre rare, controllati dai talebani, ha immensi campi di oppio controllati dai talebani. Il 15 agosto i talebani hanno rioccupato Kabul. Le scene di disperazione e terrore delle donne afghane sono apparse su tutti i canali video. Migliaia di persone hanno lasciato o hanno tentato di lasciare il Paese.

Il reading desidera dare la voce alle donne poete che, attraverso la parola, consegnano la solidarietà e l’empatia alle sorelle afghane, relegate dal regime al ruolo di nullità, affinché riescano a recuperare la libertà.

sadri

3/03/22 Milano – Di segni e di versi – dialogo poetico tra Agnese Coppola e Alberto Casiraghy

 

 

il 3 marzo 2022

Casa Comune – Sala Aletti (Villaggio Barona) – Via Ettore Ponti 21 – Milano

Di segni e di versi – dialogo poetico tra Agnese Coppola e Alberto Casiraghy

Ingresso libero fino a esaurimento posti – Green Pass rinforzato obbligatorio

ALBERTO CASIRAGHY è nato a Osnago (Lc). Ha pubblicato numerose raccolte di racconti, poesie e aforismi. Gestisce artigianalmente la casa editrice “Edizioni Pulcinoelefante”; tra le altre cose: dipinge, ha avuto esperienze come liutaio, suona il violino.

AGNESE COPPOLA nasce a Nola (NA) e si laurea in Lettere classiche nel 2004. Vive in provincia di Milano dal 2006 dove insegna presso l’Istituto Alessandrini di Abbiategrasso.
Suoi testi poetici sono presenti in numerosi raccolte antologiche.

Pubblicazioni:

Mario in vacanze milanesi (racconto) (Guerini e Associati, 2012);
Nella terra di mezzo (poesia) (Miolibro.it-Feltrinelli, 2012);
Ho sciolto i capelli, abbracciami Frida (poesia) (La ruota edizioni, 2^ ed., 2018);
Specchi (dialogo poetico) con Gianni Bombaci (Raccolto, 2019);
La sete della sera (La Vita Felice, 2021). scheda volume: http://poesia.lavitafelice.it/scheda-libro/agnese-coppola/la-sete-della-sera-9788893464987-618420.html

 

sadri

27/02/22 Milano – Presentazione de «IL SOLE – undici racconti» di Nodar Dumbadze

 

Domenica 27 febbraio 2022 – ore 14.00

EX FORNACE GOLA  – Alzaia Naviglio Pavese 16 – MILANO

con patrocinio del Comune di Milano Municipio 6, evento promosso da La Casa delle Artiste

in collaborazione con La Vita Felice e l’Associazione Con la Georgia nel cuore

Presentazione del libro

IL SOLE – undici racconti

di

NODAR DUMBADZE

traduzione di Ruska Jorjoliani – ed. La Vita Felice, 2021

con la partecipazione di

Ketevan Dumbadze – figlia dello scrittore e presidente della Fondazione Nodar Dumbadze

Konstantine Surguladze – Ambasciatore della Georgia in Italia

Nunu Geladze e Diana Battaggia conducono l’evento

Prenotazioni obbligatorie a info@lacasadelleartiste.it
Ingresso: NEL RISPETTO DELLE NORME ANTI COVID–19 CON OBBLIGO DI GREEN PASS

 

***

Nodar Dumbadze (1928-84) fu e continua a essere uno degli autori georgiani più letti e amati. Le sue opere sono state tradotte in numerose lingue e dai suoi romanzi sono stati tratti dei film: Io, la nonna, Iliko e Ilarion (1962), Io vedo il sole (1965), Buon viaggio, Jako (1972). Nel 1975 gli fu conferito il premio Šota Rustaveli, una delle più alte onorificenze nell’ambito artistico e scientifico della Georgia sovietica.
Il presente volume, con la traduzione curata da Ruska Jorjoliani, è la prima pubblicazione in assoluto di Nodar Dumbadze in Italia.
sadri

17/02/22 Milano – Viaggio nella poesia di Luisa Puttini Hall

17 febbraio 2022 – ore 18.30

Viaggio nella poesia di

LUISA PUTTINI HALL

attraverso le raccolte Alberi maestri e Un mare di lucciole (La Vita Felice)

In dialogo con l’autrice: Diana Battaggia

 

Ingresso libero con Green Pass rafforzato

 

***

Luisa Puttini Hall, poetessa e narratrice, è nata a Milano, ma vive a Firenze, dove è stata traduttrice, insegnante d’inglese, si è occupata di scambi culturali e di educazione ambientale. Ha un forte legame con la Gran Bretagna per professione e matrimonio. La raccolta poetica Un mare di lucciole, interamente dedicata al suo viaggio di vita insieme al marito David, segue la pubblicazione di Giorni d’inedia e d’abbondanza (Masso delle Fate 2007), Isole e Terre (Mobydick 2011), Non è tempo di pettirossi (La Vita Felice 2016), Alberi maestri (La Vita Felice 2019) e del romanzo di carattere ecologico fantascientifico Allergia (Mobydick 2013), quasi una premonizione dell’attuale pandemia. Le sue opere hanno ottenuto premi e riconoscimenti tra cui il “Buonarroti” il “Firenze Europa” il “San Domenichino”, il “Città di Recco” il “Sigillo di Dante” e il “Lorenzo Montano”. È socia del Pen Club Italiano.

sadri

2 10 21 «Sbagliare è umano» con Lorenza Auguadra e I Poeticanti

2 ottobre 2021 – ore 18.30

Casa Comune – Sala Aletti – via Ettore Ponti 21 – Milano (Villaggio Barona)

Presentazione del libro

SBAGLIARE È UMANO

con
reading e canzoni originali

Ingresso libero con Green pass fino ad esaurimento posti

ARTISTI IN SCENA

LORENZA AUGUADRA: autrice del libro Sbagliare è umano – contenuti audio a cura dei Poeticanti –
ed. CTL, Livorno, 2019.
POETICANTI: Roberta Turconi, voce recitante, canto – Paolo Provasi, canto, ukulele. Musiche originali di Paolo Provasi su testi poetici di Lorenza Auguadra.

Un viaggio dentro la realtà carceraria – fra le strutture di detenzione di Bollate e del Bassone – narrato attraverso il linguaggio poetico.
Lo sguardo di una donna che “liberamente” si lascia atraversare da 13 stazioni penitenziali, così scene reali scorrono lentamente fra pupille silenziose: devianza, deformità, dannati, vitime e società
ferita.
Le dita dell’autrice, nelle pagine del calendario, offrono a lettori e auditori la scansione di un anno, tra figure di reprobi riconoscibili o comuni, in un luogo – fra le pieghe del tempo – dove l’orizzonte sforato dagli occhi si confonde con la terapia, sembra essere la terapia, declinata mediante la pronuncia di tre brevi parole: fne pena mai.
Il libro – che permette la realizzazione dell’evento – è arricchito da contenuti audio, grazie alle composizioni di Paolo Provasi, con musiche originali che completano e rendono più vibranti alcuni
passaggi di sei testi poetici di Lorenza Auguadra, trasformati in canzoni.
Roberta Turconi – altra componente dei Poeticanti – oltre a rendere ancora più espressiva l’interpretazione canora, con i suoi brevi ma mirati interventi, offre la propria voce recitante con generosa professionalità tanto da rendere tuta la narrazione un respiro sospeso, dall’incipit  all’ultimo verso.

sadri

30 9 21 Alessandra Scurati con il romanzo «La porta accanto – tra i versi di Alda Merini»

     

30 settembre 2021 – ore 18.30

Casa Comune – Sala Aletti – via Ettore Ponti 21 – Milano (Villaggio Barona)

presentazione del romanzo

LA PORTA ACCANTO – Tra i versi di Alda Merini

(Pentàgora, 2020)

di

ALESSANDRA SCURATI

con la partecipazione di Matteo Rossetti

Ingresso libero con Green pass fino ad esaurimento posti

***

Un romanzo tra i versi di Alda Merini, gli scorci della sua Milano, le inquietudini e i labirinti dell’anima.

 

Avevo circa vent’anni quando mi trovai per la prima volta un tuo libro tra le mani. Non sapevo chi fossi, abituata soltanto ai poeti morti, quelli della scuola. Tu invece eri viva. E scrivevi. Non lontana da me e da quella libreria vicino al Duomo. Era il 1997.

Il tuo libro quel giorno ‒ te lo dico con franchezza, come piace a te ‒ non mi convinse: preferii rifugiarmi tra versi già noti, di Emily Dickinson o Emily Brontë, non ricordo. Ricordo però quel primo ‘non incontro’ con te. Mai avrei potuto immaginare che molti anni dopo ti avrei messa nel mio libro.

Sono passati tanti anni da allora e anche da quel primo di novembre che ti portò via da questa terra. E ora, che non ci sei più, ti ho finalmente incontrata.

***

Alida è una giovane donna alle prese con la difficile arte di crescere e maturare: affronta quotidianamente le proprie insicurezze, registrando con meticolosa precisione pensieri, malesseri e percezioni. La compilazione della sua tesi di laurea diventa per il lettore l’occasione di un triplice viaggio: dentro la poesia di Alda Merini, in continuo dialogo con il ‘passero grigio’ della sua malattia; dentro la città di Milano, con brevi sconfinamenti che ne restituiscono l’anima segreta; dentro la sensibilità e i labirinti interiori della protagonista, sospesa fra il desiderio di non omologarsi e il timore di essere inadatta alla vita. La meta è l’approdo al potere specchiante della parola poetica, capace di far affiorare verità nascoste o taciute.

***

Alessandra Scurati (Monza 1978).
Vive nel Varesotto dove insegna Lettere al Liceo Artistico e Italiano agli stranieri.
La porta accanto è la sua opera di esordio.

 

sadri