29/11/23 MOMA esposizione artistica e reading poetico

evento promosso da La Casa delle Artiste

MOMA – esposizione artistica e reading poetico

Vernissage 29 novembre 2023 – ore 18.30

Casa delle Donne – via Marsala 10  Milano

 

La mostra sarà visitabile fino al 3/12/23.

 

Reading con i poeti che hanno aderito all’invito di inviare un proprio testo riferito alle opere in galleria virtuale.

Serena Rossi

Maria Piera Pelizzoni

Patrizia Argentino

Anna Spissu

Anna Laura Monzi

Riccardo Tormene

Antonio Laneve

Anna Vercesi

Ada Crippa

Annalisa Mambretti

Giovanna Secondulfo

Annamaria Gallo

Salvino Liberamente Sagone

Rosaria Munafò

Gianni Bombaci

Zoe Aselli Pellegrini

Claudia Cangemi

Luigi Cannillo

Piera Giordano

Paolo Bonfiglio

Agnese Coppola

Rossana Bacchella

 

Coordinamento a cura di Rossana Bacchella e Diana Battaggia

 

ingresso libero

sadri

26/10/23 Presentazione della rivista TAM TAM BUM BUM

La Casa delle Artiste promuove la presentazione del Librorivista Internazionale di Poesia n. 6

TAM TAM BUM BUM

sabato 26 ottobre 2023 – ore 18.30

Casa delle Donne di Milano – Via Marsala 10 – Milano

a seguire READING con le poesie pubblicate nella rivista.

Ingresso libero.

sadri

7/10/23 La terra inesplorata delle donne

7 ottobre 2023 – ore 18.00

Casa delle Donne di Milano – via Marsala 10

LA TERRA INESPLORATA DELLE DONNE

Presentazione dell’antologia curata Sara Durantini (ed. Delia)

Tredici scrittrici, tra le più brillanti e non convenzionali del panorama italiano, raccontano le donne; le osservano mentre accolgono un sapore, una gioia, un dolore, un’illusione, mentre
il fluire della vita le sorprende, le trasforma, mentre il mondo si trasforma insieme a loro.
Tredici narratrici, insieme alle donne, ragazze, bambine protagoniste di questo libro corale, cercano e danno forma alla propria voce per offrirla a tutte le altre, perché nessuna sia più
sola, perché raccontare ci renda libere, ci renda liberi.

“Imparai, ben presto, che la voce è l’unica
via d’accesso alla libertà. E io pensavo
continuamente alla libertà.”

Cettina Caliò
Ilaria Palomba
Gisella Blanco
Patrizia D’Antonio
Manuela Mazzi
Antonietta Gnerre
Emma Saponaro
Raffaella Gambardella
Elisa Ruotolo
Antonella Rizzo
Sabrina Caregnato
Luigia Sorrentino
Elisa Longo

Sara Durantini è nata a San Martino dall’Argine (MN) nel 1984. Ha maturato una vasta esperienza in ambito editoriale e nella comunicazione.
Tra le altre cose, nel 2009 partecipa al Dizionario affettivo della lingua italiana, a cura di Matteo B. mBianchi e Giorgio Vasta (Fandango Libri), e nel 2019 alla sua edizione aggiornata. Da sempre attenta alla tematica del femminile, nel 2021, pubblica L’evento della scrittura. Sull’autobiografia in Colette, Marguerite Duras, Annie Ernaux, per la milanese 13 Lab Editore e, nel 2022, Annie Ernaux. Ritratto di una vita, per dei Merangoli Editrice: la prima biografia italiana dedicata alla scrittrice francese Premio Nobel per la Letteratura nel 2022.

sadri

5/10/23 Aperiarte con Andia Afsar Keshmiri

Nell’ambito della rassegna APERI-ARTE nell’Atelier dell’Arte visiva a cura di Daniela Gilardoni,

5 ottobre 23 2023 – ore 18.30

Casa delle Donne – via Marsala 10 – Milano

Andia Afsar Keshmiri- Artista e tutor designer iraniana

 

ingresso libero

 

Andia Afsar Keshmiri è nata a Teheran, si è diplomata in graphic design e si è laureata in scultura. Vive e lavora in Italia dal 2001. Ha partecipato a diverse mostre e artist residencies in Europa e in Asia. Negli ultimi dieci anni usa diversi media e il suo lavoro è sempre più interdisciplinare. Sempre interessata a temi politici quali  false  democrazie e  indottrinamenti occulti le sue opere, spesso, sono vere performances interattive di sensibilizzazione del pubblico.

 

Ha realizzato l’opera del Premio Urbanfile  del comune di Milano nel 2017

“Per questa edizione la realizzazione del nostro premio è stata affidata all’artista iraniana Andia Afsar Keshmiri, che ha creato per noi un dodecaedro, un poliedro che ben simboleggia le tante modalità attraverso cui la città può essere raccontata e promossa (Patrizia Paratore).”

sadri

22/6/23 Incontro con la parola scritta di Monica (Moka) Zanon

22 giugno 2023 – ore 18.30

Casa delle Donne – via Marsala 8/10 – Milano

INCONTRO CON LA PAROLA SCRITTA DI MONICA (MOKA) ZANON

in dialogo con Diana Battaggia

sulle seguenti pubblicazioni:

poesia VUOTI D’ARIA di Moka – Le Mezzelane Casa Editrice

proesia METAMARE  di Moka (edizione illustrata da Alberto Musetti) – Il Babi Editore

narrativa LO SPAZIO BUIO DEI SEGRETI, di Sonia Vannozzi e Moka, Le Mezzelane Casa Editrice

Ingresso libero

 

Monica Zanon (Moka), nasce e vive a Lesa sul Lago Maggiore;  è presidente dell’associazione culturale Licenza Poetica. Promuove incontri e letture poetiche. Organizza concorsi letterari-fotografici. Ha pubblicato diversi libri sia di poesia che romanzi. Così si racconta:

“Per 20 anni ho lavorato nel campo aeronautico e in parallelo ho arricchito la mia esperienza in quello editoriale e nell’organizzazione di eventi. Attraverso l’Associazione Licenza Poetica, di cui sono presidente e co-fondatrice, ho ideato, organizzato e promosso diversi progetti, oltre alle sette Edizioni del Concorso Poetico, Letterario e Fotografico, di cui ho curato anche le antologie. Da qualche anno collaboro con Claudio Ardigò nella scelta degli autori da proporre alla Fiera del Libro di Cremona: le due edizioni primaverili del 2020 e del 2021 sono state trasmesse in streaming sulla pagina FB della Fiera, che gestisco, di cui ho seguito la regia. Collaboro all’amministrazione della pagina Il Babi Editore, sono in regia e prendo parte anche alle dirette della Casa Editrice. Con quest’ultima ho intrapreso il lavoro di curatrice della neo collana digitale di poesia “I Girini“. Nel 2022 ho incrementato l’impegno entrando a far parte della redazione”.

sadri

11/6/23 Delegazione georgiana a Milano – presentazione libri

11 giugno 2023 – ore 14.30

CASA DELLE DONNE – Via Marsala, 8/10 – Milano

 

Nell’ambito del tour italiano della delegazione georgiana

Presentazione dell’antologia QUANDO I PAESI DORMONO – 7 poetesse georgiane e 7 poetesse italiane e del libro di racconti di Nodar Dumbadze IL SOLE
editi da La Vita Felice

Con la partecipazione di
On. KETEVAN DUMBADZE, MARIAM TSIKLAURI, NINIA SADGOBELASHVILI, ANITA PISCAZZI, MARIA PIA QUINTAVALLA, NUNU GELADZE, DIANA BATTAGGIA

Ingresso libero

sadri

8/6/23 Incontro con Dijana Pavlovich, attrice, attivista per i diritti umani

8 giugno 2023 – ore 18.30

Casa delle Donne Milano – via Marsala 8/10

Incontro con

DIJANA PAVLOVICH

attrice, attivista per i diritti umani, portavoce del movimento Kethane che tutela i diritti dei rom e dei sinti in Italia

Sono nata in Serbia nel 1976 in una bellissima famiglia Rom. Quando avevo 7 anni la mia compagna di classe dopo che avevo preso dieci e lode in matematica mi ha detto: “Tanto sei una zingara e tale sarai per tutta la vita, non importa quello che fai”. Mia madre mi ha detto: “Smettila di piangere, dovrai essere sempre più brava degli altri per essere considerata uguale. Ti odieranno sempre, ma almeno ti rispetteranno”. Da allora so cosa vuol dire essere “zingaro” per gli “altri” e da allora, in vari modi combatto per i diritti del mio popolo. Mi sono laureata alla Facoltà d’Arti Drammatiche di Belgrado, e vivo in Italia dal 1999. Sono un’attrice, vice presidente dell’associazione Upre Roma, portavoce dell’Alleanza Romanì, fondatrice dell’European Institute for Roma Arts and Culture e presidente dell’Alliance for European Roma Institute for Arts and Culture. Cosa voglio? Voglio che mio figlio, insieme con gli altri 6 milioni di bambini e bambine Rom in Europa, abbia un mondo più bello e più giusto, che possa camminare a testa alta e non debba subire discriminazioni. Ho scelto come motto la frase attribuita al Mahatma Ghandi: “Chi fa una cosa per me senza di me è contro di me”.

sadri

28/5/23 IL CORPO DEL REATO – esposizione fotografica e reading

domenica 28 maggio 2023 – ore 17.30

casa delle donne – via Marsala 8/10 – Milano

IL CORPO DEL REATO

Mostra fotografica a cura del gruppo Io Sono Lilith
( IIS ALESSANDRINI LOMBARDINI DI Abbiategrasso) e del fotografo Ahmed Elnahif.

Il titolo e ogni singolo scatto nascono per sottolineare quanto ancora il corpo sia oggetto di accuse e pregiudizi o soggetto di un copione che si vuole scrivere come atto di affermazione.
Ogni studente ha scelto di farsi fotografare in una istantanea che denuncia quanto ancora gli abiti possono essere sinonimo di gabbia, prigione o palcoscenico di affermazione.
Perché è così! Ci si veste per essere oppure si è vestiti da tessuti altrui. La stoffa è il tessuto di una società miope che ancora non accetta tutti i suoi colori, un tempo che vorrebbe uniformare piuttosto che accendere i colori.

Anche perché , soprattutto per i giovani vestirsi in un determinato modo, significa appartenere , essere parte di un gruppo.
Una galleria di immagini per riflettere su come l’ abito rappresenti una frontiera, un territorio di confine sul quale si muovono pedine e si schierano eserciti di pensieri.
Il corpo femminile perennemente sotto accusa perché il peccato non è tanto nello sguardo dell’uomo ma nel corpo della donna che lo richiama tanto che nei processi reali o mediatici per stupro la colpa dello stupratore viene comminusarata all’ abbigliamento della vittima.
Il corpo diventa un reato anche quando dichiara chi sei , la tua fede, il tuo credo, le tue origini. Perché non si è liberi di essere quel che si è, allora ognuno porta un bagaglio a mano, una valigia di vestiti che rappresentano una carta d’ identità che nessuno ignorare.

Ogni foto è un orlo scucito di pregiudizio.

sadri

11/5/23 AperiArte con Cinzia Fantozzi – RIMANDATO A DATA DA DESTINARSI

rimandato a data da destinarsi

Nell’ambito della rassegna APERI-ARTE nell’Atelier dell’Arte visiva a cura di Daniela Gilardoni,

11 maggio 2023 – ore 18.30

Casa delle Donne – via Marsala 8/10 – Milano

CINZIA FANTOZZI si racconta: tra Raku e materia alla ricerca di armonia e di bellezza

con la partecipazione di Rossana Bacchella, poeta.

ingresso libero

***

CINZIA FANTOZZI

Nata a Milano il 18 agosto del 1961. Dopo il diploma ha conseguito la qualifica di designer d’interni presso la Scuola d’Arte Cova. La passione per l’arte l’accompagna da sempre. Ha frequentato numerosi corsi fino ad arrivare all’uso dell’argilla ed in particolare della tecnica raku. Nel 2013 insieme ad un gruppo di artisti ha fondato a Milano l’associazione Art Marginem Concept Room con l’intento di promuovere e diffondere l’arte in generale.  L’Associazione annovera al suo interno artisti di vario genere, organizza mostre ed eventi e cerca di diffondere il suo messaggio soprattutto fra i giovani e nelle scuole. Attualmente prosegue la sua attività con la modellazione e la sperimentazione del colore e da ultimo, rimasta affascinata dalla scultura su pietra, ha iniziato a cimentarsi in particolare con la pietra leccese. Vive ed opera a Milano dove, da molti anni, è approdata  alla modellazione dell’argilla e alla tecnica Raku di cui si è innamorata.

Principali mostre e rassegne d’arte: “L’uguaglianza delle differenze” (premio concorso mostra, San Giuliano Milanese, 2013); “Spirito e materia” (collettiva, Castello Visconteo Abbiategrasso, Leucò Art Gallery, 2014); “Femminea metamorfosi” (personale, Art Marginem Concept Room, Milano, 2015); A Margine di…”, Spazio espositivo Cascina Roma, San Donato Milanese, 2016, Art Marginem Concept Room; Il Respiro Ritrovato, Casa delle Arti Alda Merini, Milano, 2018, a cura di Agnese Coppola; Se una notte d’inverno, Art Marginem Concept Room, 2018; Migranza, Casa Emergency, Milano, 2018, Art Marginem Concept Room.

 

sadri

27/4/23 Rossana Bacchella presenta «Nella carne e nel sangue rugge una madre»

27 aprile 2023 – ore 18.30

Casa delle Donne di Milano – Via Marsala 10

ROSSANA BACCHELLA

presenta la raccolta poetica

NELLA CARNE E NEL SANGUE RUGGE UNA MADRE

(La Vita Felice)

in dialogo con l’autrice Vittoria Longoni,  Agnese Coppola  e Diana Battaggia

 

ingresso libero

 

scheda volume

 

Un viaggio inaspettato attraverso sei stanze temporali, ovvero le sei sezioni da cui è composto il libro. Si tratta di sezioni brevi, per lo più di nove poesie e al massimo di dodici. È un viaggio che svela il mistero della maternità attraverso il sentire intimo e tumultuoso di una figlia, che riesce a farci provare e comprendere cosa significa l’amore filiale e l’amore materno e indaga profondamente sul legame madre-figlia e sulla sua evoluzione partendo dal momento del concepimento fino all’oltre.

Viaggiamo insieme e partecipiamo, ognuno di noi con la propria esperienza, all’analisi “regressiva” – formulata con note squisitamente poetiche dalla donna-adulta in merito al rapporto con la madre, lungo le fasi evolutive dall’infanzia alla maturità per cercare di sciogliere i nodi di quel legame percepito visceralmente, colmo d’amore ma anche fortemente conflittuale, per giungere a una nuova pienezza di relazione nel divenire madre ella stessa.

[dalla prefazione di Cinzia Marulli]

Rossana è una artigiana del logos poetico, lavora con pazienza e fermezza, ritorna sulle strofe, inverte parole e versi.
Ma sullo fondo scorre una lingua primitiva, ancestrale, una lingua che Lacan definirebbe lalangue, la lingua prima della lingua, quel serbatoio che ci
nutre e condanna alla condizione di esule a vita.
Un viaggio comune da cui nessuno si esime, un viaggio soprattutto tra sorelle, donne pronte a guardare nel baratro delle proprie vertigini, delle proprie
ferite che diverranno feritoie dalle quali far passare la luce nuova del canto.

[dalla postfazione di Agnese Coppola]

 

Rossana Oriele Bacchella nasce a Milano dove tutt’ora vive.
È vincitrice di alcuni premi di poesia e presente sulla scena letteraria con vari interventi e letture poetiche. Ha pubblicato la silloge Indizi dalle periferie (Kanaga ed., 2019) e suoi testi sono presenti in antologie poetiche tra cui: Corpo&Anima (Apanet, 2012), Terza e quarta Raccolta Pubblica di Poesia (Tempi diVersi, 2015 e 2016), Veglia 24 agosto 2016 (2016, Antologia Autori per l’Italia a sostegno dei terremotati), Poesia (urgente) per Giulio Regeni (Rayuela, 2018).
È tra le ideatrici di “NavigliInVersi”, un collettivo poetico che periodicamente promuove l’omonimo evento.

m

 

sadri